Mancano meno di tre settimane alla Corri Trieste, gara in programma domenica 26 maggio lungo le vie del centro cittadino. Sarà una 17esima edizione ricca di partecipazione e di spunti, come sempre. E Michele Gamba, presidente di Promorun e “padre” della manifestazione, sottolinea i tre punti cardine dell’evento: qualità, beneficenza e valori.

“La Corri Trieste si distingue rispetto alle altre manifestazioni per il tasso tecnico e anche quest’anno avremo al via dei campionissimi. Ci saranno degli atleti africani, soprattutto kenyani, molto forti. (i nomi verranno annunciati a breve, ndr). E oltre a loro sarà presente Yassine Rachik, che ha sfiorato il record italiano nella Maratona di Londra correndo in 2h08’05’’. E sempre in maratona ha vinto la medaglia di bronzo agli europei di Berlino”.

rachik

C’è poi il lato beneficenza. “Noi puntiamo molto sulla Family, per un discorso di aggregazione e di inclusione – spiega Michele Gamba - Un’inclusione anche sociale, visto che una quota dell’iscrizione della Family andrà a Telethon per la ricerca. Una realtà che è molto vicina alla manifestazione e noi siamo molto orgogliosi di questa cosa”.

Per quanto riguarda i valori dello sport Corri Trieste punta sempre su rispetto, lealtà e uguaglianza. “Al via della gara ci possono essere tutti – ci tiene a precisare il presidente di Promorun - senza distinguere nessuno perché lo sport è un diritto per tutti. E a maggior ragione includiamo la corsa competitiva con quella non competitiva, per fare partire tutti insieme. Quindi anche i più piccoli avranno il piacere di vedere al loro fianco campionissimi come Yassine Rachik e i kenyani”.