mod_eprivacy

Direttiva privacy

Al maschile volata finale a due sul traguardo al Castello di San Giusto
Tra le donne torna alla vittoria Teresa Montrone
Quasi 1200 partecipanti hanno colorato le strade di una Trieste accogliente e soleggiata

TRIESTE – E’ iniziata con una giornata baciata dal sole ed accarezzata dalla brezza la festa della 5^ Corsa dei Castelli, evento organizzato da Asd Promorun Trieste in collaborazione con il Comune di Trieste e la Regione Friuli-Venezia Giulia. Partenza da brividi dal Castello di Miramare con la sorpresa del sassofonista Luca Capizzi che affacciato dal balconcino centrale ha emozionato e incantato i runner pronti al via con le note del suo sassofono.

LA GARA – Gara maschile che ha subito visto in testa il trio di keniani Solomon Koech (ATl Libertas Unicusano Livorno), Panuel Mkungo (Atl. Castello) e Peter Mwaniki Njeru (ASD Atl. Vomano), insieme all’azzurro olimpionico Yassine Rachik (GS Fiamme Oro Padova) e Francesco Carrera (Atl Casone Noceto). I due italiani si sono staccati dopo pochi chilometri non reggendo il forte ritmo del gruppo di testa keniano, un trio che è rimasto compatto fino all’inizio del “muro” che ha fatto selezione e dove i tre si sono sfilacciati. E’ iniziata la lotta a due tra Njeru e Mkungo e a spuntarla in volata e a vincere la 5^ Corsa dei Castelli è stato Peter Mwaniki Njeru in 29’57”, a soli otto secondi dal primato del percorso stabilito lo scorso anno da Hagos Gebrhiwet. Argento in 29’58 per Panuel Mkungo mentre si aggiudica il terzo gradino del podio Solomon Koech in 30’17”. Quarto assoluto e primo degli italiani in 31’18” Yassine Rachik, lo scorso anno terzo al traguardo in 30’23”. “Quest’anno non sono riuscito a rimanere sul podio, questa gara ha sempre grandi campioni al via. Ho provato a resistere ma è andata così. E’ sempre bello gareggiare qui a Trieste e tornerò ancora. La salita al Castello avevo detto che era da prendere con filosofia…ci ho provato io stesso, diciamo che è dura ma splendida” ha detto Rachik, che qui a Trieste è un atleta ormai di casa.

Alle spalle di Rachik, Francesco Carrera in 31’51”, completa il podio italiano Martino De Nardi (Runcard) in 34’53”. Primo degli atleti tesserati Promorun Trieste, società organizzatrice dell’evento, è Simone Spessot in 36’36”.

Gara femminile subito più definita con Teresa Montrone (Alter Atletica Locorotondo) che torna sul gradino più alto del podio chiudendo le sue fatiche in 39’39”, tempo lontano dal 37’43” con il quale aveva conquistato la prima piazza nel 2018. Più staccata Giulia Pessot (Atl Brugnera PN Friulintagli) in 41’29” tallonata da Chiara Pianeta (ASD KM Sport), al traguardo in 41’54”. “Parte da qui la mia stagione atletica - ha detto la vincitrice Teresa Montrone – abito a Trieste da otto anni, conosco bene questo percorso e questa salita al Castello di San Giusto. So quello che mi attendeva e ho voluto esserci. Adesso preparo una mezza maratona o una maratona da fare in novembre o dicembre”. Prima delle atlete portacolori di Promorun Trieste è stata Micaela Oblak in 49’45”.

Oggi questi grandi atleti hanno corso davvero forte – ha commentato l’ex azzurro Michele Gamba, ideatore di Promorun e della Corsa dei Castelli – Non è mai facile correre su questi tempi, per di più in un percorso che vede l’impegnativa salita verso il Castello di San Giusto. E’ stata una bella sfida, conclusa con una volata finale, è stato un grande spettacolo sulle strade di Trieste”.

LE ALTRE GARE – Quasi 1200 i partecipanti totali che hanno contribuito a rendere speciale questa giornata colorando le strade di Trieste di allegria e sport. E’ piaciuta la novità di questa edizione, diverse centinaia gli iscritti alla Non Competitiva Ten che hanno sfilato lungo lo stesso percorso della manifestazione principale, partendo qualche minuto dopo lo start ufficiale della Corsa dei Castelli competitiva.

Complice la bella giornata tantissimi i partecipanti alla Family Run, manifestazione per la quale ASD Promorun donerà parte del ricavato in favore del progetto “L’angolo di Costanza – Una coccola per le mamme” destinato al Reparto di Terapia Intensiva Neonatale (TNI) dell’Ospedale Burlo Garofolo. Già consegnati 7800 euro mercoledì scorso in occasione della conferenza stampa, imposrto che è cresciuto in questi ultimi giorni grazie alla solidarietà degli atleti iscritti in piazza Sant’Antonio nella settimana di gara. A raccontare il progetto in partenza il Dr. Gabriele Cont, Responsabile Terapia Intensiva Neonatale dell’Ospedale Burlo, che ha scelto di vivere le emozioni di gara insieme ad un nutrito gruppo di colleghi, tutti riconoscibili grazie alla speciale T-shirt con il nome riportato sul dorso.

Grande commozione in partenza anche per la presenza della stessa piccola Costanza che ha onorato la manifestazione partecipando con grande spirito e sguardo vispo.

Siamo molto soddisfatti della partecipazione della città e dell’impegno solidale che siamo riusciti a portare avanti nei confronti dell’Ospedale Burlo Garofolo, questo era il primo vero e grande obiettivo” ha detto Silvia Gianardi, Presidente di ASD Promorun. “La Corsa dei Castelli ha a cuore il messaggio che lo sport è il motore del benessere ma anche un volano fondamentale per il territorio, grazie alle ricadute che la manifestazione ha sul turismo e sulla promozione di bellezze e cultura della città di Trieste. Il trait d’union tra il Castello di Miramare e quello di San Giusto racconta la nostra volontà di emozionare i partecipanti con un percorso culturalmente e paesaggisticamente unico al mondo”, ha concluso la presidente Gianardi.